Come differiscono i cuccioli dagli adulti per quanto riguarda l’alimentazione? Dobbiamo cambiare qualcosa nella dieta dal cucciolo all’adulto?

labrador-puppies-running

Introduzione

By The Science of Pet Nutrition

Penso che l’alimentazione del cane non dovrebbe essere presa alla leggera, anzi ritengo sia importante studiare e capire la nutrizione animale prima di creare un piano dieta per il tuo cane – di qualsiasi età ma soprattutto per i cuccioli.

La maggior parte dei cani vive in media 7-14 anni. Questa età varia a seconda di molti fattori tra cui razza, salute, genetica, morte prematura, malattie, nutrizione, ecc.

7-14 anni non è molto. La maggior parte di noi lo sa e crede che il tempo trascorso insieme al proprio cane non sia mai abbastanza. Detto questo, un cane cresce molto più velocemente in un lasso di tempo molto più breve del tempo rispetto a un umano. Un essere umano raggiunge la completa crescita, sviluppo e maturità in 25 anni, un cane in 1-2 anni di media. I cani crescono, dunque, rapidamente per raggiungere lo sviluppo completo in un breve lasso di tempo, rispetto a quello che facciamo noi. Ciò significa che durante questo veloce periodo di crescita sono necessari nutrienti vitali per sviluppare correttamente il corpo. Questi nutrienti sono essenziali per una vita lunga e sana. In poche parole, la carenza delle sostanze nutritive necessarie, specialmente durante questo periodo critico dello sviluppo, potrebbe essere dannosa per la loro salute e provocare il caos negli stadi successivi della vita. Questo è il motivo per cui è così importante capire ed accettare che i cuccioli in crescita hanno esigenze molto più elevate e più specifiche di quelle di un adulto. I cani adulti hanno una maggiore flessibilità e tolleranza alle carenze nutrizionali, i cuccioli no!  I cuccioli attraversano periodi di crescita importanti e rapidi (tra i 3-5 anni di età) e cambiano costantemente fino all’età adulta. Pertanto, una dieta fai-da-te mal formulata potrebbe provocare danni irreversibili. Inoltre, i cuccioli non possono regolare i nutrienti o sintetizzare le sostanze nutritive essenziali fino a quando non sono maturi. Ecco perché per i cuccioli è fondamentale formulare una dieta equilibrata e bilanciata sin dall’inizio! È quindi consigliato rivolgersi a un nutrizionista che formulerà ed adatterà il piano dieta alla crescita del cucciolo in quanto le esigenze nutrizionali del cane cambiano proprio con la crescita.
Indipendentemente dal tipo di alimentazione che si sceglie, si prega di investire tempo nell’apprendimento della nutrizione animale e della crescita dei cuccioli e capire quando compaiono segnali di avvertimento, in modo da poter evitare problemi di salute che potrebbero derivare successivamente a causa di una dieta povera.
Così, si limiteranno i potenziali rischi di disturbi ossei, di crescita anormale delle ossa e altri futuri problemi di salute.

Dieta e diario di sviluppo

By Perfectly Rawsome

Un cucciolo attraversa periodi di crescita importanti e rapidi tra i 3-5 anni di età della sua vita. La dieta cruda deve essere adattata per favorire il corretto sviluppo e per garantire al cucciolo il giusto apporto di nutrienti necessari per crescere in modo sano.

Documenta la crescita del cucciolo e la dieta

Un “Diario della dieta e dello sviluppo dei cuccioli” è utile per monitorare la dieta di un cucciolo in crescita e la crescita complessiva durante il primo anno di vita. I cuccioli crescono considerevolmente su base settimanale per questo sono necessari aggiustamenti dietetici per fornire una quantità sufficiente di nutrienti in modo da mantenere la condizione corporea ideale. Inoltre, alcuni ingredienti specifici potrebbero dover essere eliminati dalla dieta a causa di problemi di digestione.

Stabilisci una linea di base

Il diario di sviluppo del cucciolo dovrà contenere le informazioni base per garantire che il cucciolo si sviluppi in modo appropriato. Dovranno essere prese in considerazione le seguenti variabili:

  • Dettagli attuali del cucciolo. L’identificazione dell’età e del peso attuali del cucciolo costituisce il punto di partenza per il diario di sviluppo. Se il cucciolo non ha un peso ideale, documenta il peso attuale e il peso ideale.
  • Peso stimato per adulto. Il peso dei genitori biologici del cucciolo è una buona guida per determinare il peso stimato da adulto. Se il peso dei genitori biologici è sconosciuto, al suo posto possono essere utilizzate le linee guida standard di razza.
  • Dettagli di dieta attuale. La quantità di cibo e le calorie nella dieta attuale dovrebbero essere documentate. Monitorare la quantità di calorie e cibo che il cucciolo mangia attualmente fornisce una base su cui formulare la dieta man mano che il cucciolo diventa più grande.
  • Livelli di attività correnti. Il livello di attività attuale di un cucciolo dovrebbe essere documentato. Man mano che i cuccioli invecchiano, i loro livelli di attività cambiano. Monitorare questo progresso è utile quando si forniscono sufficienti calorie cuccioli in crescita.

Monitora i progressi

Ogni settimana il cucciolo deve essere pesato e misurato per documentare eventuali cambiamenti nello sviluppo. Queste informazioni forniscono una guida su come aggiustare la dieta man mano che il cucciolo cresce.

  • Cuccioli di taglia da piccola a media. Il monitoraggio della dieta e dello sviluppo per cuccioli di taglia piccola e media non dura quanto i cani più grandi. La documentazione settimanale è necessaria per i primi 6-8 mesi di età in quanto la crescita rallenta significativamente nei cani di piccola taglia a partire circa dagli 8 mesi di età. I cuccioli di piccola e media taglia continuano a crescere dopo gli 8 mesi ma lo sviluppo non è così rapido come i primi mesi di età. Dopo gli 8 mesi si può documentare il peso e cambiare la dieta ogni 2-3 settimane anziché settimanalmente.
  • Cuccioli di taglia grande o gigante. Il monitoraggio della dieta e dello sviluppo dei cuccioli di taglia grande o gigante dura molto più a lungo delle razze più piccole. La documentazione settimanale è necessaria per il primo anno di età per le razze di taglia grande in quanto la crescita rallenta intorno ai 12-14 mesi di età. I cuccioli di taglia grande continuano a crescere dopo gli 8 mesi e i cuccioli di taglia gigante fino oltre i due anni, ma lo sviluppo non è così rapido come il primo anno di età.  Dopo i 14 mesi si può documentare il peso e cambiare la dieta ogni 2-3 settimane anziché settimanalmente.

Peso corporeo ed età

I cuccioli dovrebbero essere pesati settimanalmente per monitorare la loro crescita in relazione alla loro età. Un notevole aumento di peso garantisce un aumento dell’assunzione giornaliera per mantenere la condizione corporea ideale.

Assunzione giornaliera e ingredienti della dieta

La quantità di cibo consumata in un giorno dovrebbe essere monitorata per garantire che questa stia fornendo calorie sufficienti per la crescita. Documentare gli ingredienti nella dieta è utile quando si ha bisogno di individuare potenziali intolleranze o allergie.

Frequenza di escrezione e consistenza delle feci

La frequenza della defecazione e la consistenza delle feci è un buon indicatore per determinare se la dieta sta causando stress digestivo.

Modifiche del livello di attività

Quando i cuccioli maturano, i loro livelli di energia aumentano. I cuccioli molto giovani hanno meno energia rispetto ai cuccioli più grandi. Un aumento dell’attività richiede un aumento delle calorie.

PIANO DI REGOLAZIONE PER LO SVILUPPO OTTIMALE

Man mano che un cucciolo cresce, la sua dieta deve essere modificata per fornire una quantità sufficiente di calorie per l’energia e le tolleranze raccomandate per i nutrienti essenziali. Aggiungere più cibo alla dieta quotidiana di un cucciolo è necessario per mantenere le condizioni ideali del corpo e fornire nutrienti per uno sviluppo ottimale.

Una volta che la dieta del cucciolo viene calcolata e formulata, la creazione di un piano di alimentazione adattato in base allo stadio di sviluppo è un approccio proattivo che consente di modificare la dieta del cucciolo man mano che cresce. Un piano di alimentazione adattativo è una versione più piccola del piano dieta attuale che può essere aggiunta alla dieta attuale per aumentare le calorie e i nutrienti essenziali senza compromettere l’equilibrio.

Passaggio 1: Calcola quantità di pasti e i fabbisogni calorici

Prima di creare un piano di alimentazione adattativa per un cucciolo in crescita, è necessario calcolare la quantità di cibo e calorie che un cucciolo deve consumare giornalmente. Queste quantità sono utilizzate come base per creare il piano di alimentazione di regolazione.

I cuccioli hanno requisiti diversi rispetto ai cani adulti e stimano quanto cibo e quante calorie sono necessarie quotidianamente è il primo passo per formulare una dieta cruda per un cucciolo in crescita.

I cuccioli richiedono più calorie per l’energia e lo sviluppo. La quantità di calorie necessarie a un cucciolo dipende dall’età, dall’attività e dalla razza. Una stima di quanto cibo un cucciolo dovrebbe mangiare in un giorno e quante calorie sono necessarie per sostenere una crescita ottimale può essere calcolato con alcune semplici formule matematiche.

CALCOLA LA QUANTITÀ DI CIBO E I REQUISITI DI CALORIE GIORNALIERI

CALCOLARE GLI IMPORTI IDEALI GIORNALIERI

Una stima della quantità di cibo crudo che un cucciolo richiede può essere calcolata in base al peso attuale moltiplicato per la percentuale di mantenimento raccomandata per mantenere la condizione corporea ideale.

Percentuali di mantenimento per cuccioli

Le percentuali di manutenzione, basate sull’età di un cucciolo, sono linee guida di partenza medie. I calcoli sulla percentuale di mantenimento forniscono una stima di quanto cibo un cucciolo dovrebbe consumare in un giorno. Questi calcoli devono essere presi come linee guida e non come “regole”.

Adattarsi sempre alle esigenze individuali del cucciolo. Le razze a basso consumo energetico possono richiedere una percentuale di mantenimento inferiore, mentre le razze ad alta energia possono richiedere una percentuale di mantenimento più elevata.

Schermata 2019-04-29 alle 16.17.24

Una volta scelta la percentuale di mantenimento appropriata, è possibile calcolare la quantità della dose di cibo giornaliera del cucciolo. Moltiplicare il peso attuale del cucciolo per la percentuale di mantenimento appropriata per età e livello di attività

Esempio:

Cucciolo di 6 mesi

Taglia grande

Peso attuale: 10,5 chilogrammi

Peso stimato per adulto: 25 chilogrammi

Calcolare l’assunzione giornaliera stimata in unità metriche:

Assunzione giornaliera stimata in chilogrammi: 10,5 x 0,06 = 0,63 kg

Assunzione giornaliera stimata convertita in grammi: 0,63 x 1000 = 630 g

Le percentuali di mantenimento forniscono una linea guida per calcolare la quantità di  cibo che il cucciolo consumerà in un giorno. Tuttavia, è importante notare che queste sono linee guida iniziali, non “regole” e dovrebbero essere integrate con le modifiche per ogni singolo cucciolo.

CALCOLARE IL FABBISOGNO ENERGETICO GIORNALIERO

Una “caloria” è un’unità per misurare l’energia nel cibo ed è il punto di partenza quando si formula una dieta equilibrata. Una volta calcolata la quantità di calorie giornaliere, il passo successivo è completare la dieta con i nutrienti essenziali.

Il primo passo per determinare i fabbisogni calorici è calcolare il fabbisogno energetico a riposo del cucciolo (RER, Resting Energy Requirements). Il RER di un cucciolo è la quantità di calorie necessarie per le funzioni biologiche come la digestione, la frequenza cardiaca, ecc. Questa quantità calorica non tiene conto dell’attività o dell’età.

Il RER può essere calcolato moltiplicando il peso corporeo del cucciolo in chilogrammi per 30 e quindi aggiungendo 70.

Esempio

Cucciolo di 6 mesi

Taglia grande

Peso attuale: 10,5 chilogrammi

Peso stimato per adulto: 25 chilogrammi

Calcola il fabbisogno energetico a riposo (RER) in unità metriche:

(30 * 10,5) +70 = 385 RER

Una volta identificato il RER (Resting Energy Requirements), il fabbisogno energetico giornaliero (DER, Daily Energy Requirements) può essere calcolato moltiplicando il RER. Il DER è il totale delle calorie necessarie per sostenere le funzioni biologiche e l’attività quotidiana. Le quantità di calcolo variano in relazione alla razza, alle dimensioni e all’età del cucciolo.

La classe di peso di un cucciolo in crescita è importante quando si calcola il DER. Le razze di taglia da piccola a media hanno un periodo di crescita significativamente più breve rispetto alle razze di taglia grande e gigante.

Tabella delle dimensioni della razza

Identificare la taglia della razza del cucciolo per calcolare il DER esatto.

Schermata 2019-04-29 alle 16.26.22

I cani di taglia piccola e media completano la crescita intorno ai 12 mesi di età. I cuccioli di taglia grande si stanno ancora sviluppando a 12 mesi e le razze giganti stanno ancora crescendo oltre i 18 mesi! Pertanto, i calcoli DER variano leggermente tra razze medio-piccole e razze di taglia grande-gigante.

Le seguenti quantità possono essere utilizzate come linee guida iniziali per calcolare il fabbisogno calorico in base alla fase della vita e alle dimensioni della razza.

Schermata 2019-04-29 alle 16.31.15

Una volta identificato il moltiplicatore appropriato, il DER può essere calcolato moltiplicando il RER del cucciolo per fabbisogno energetico per età.

Esempio

Cucciolo di 6 mesi

Taglia grande

Peso attuale: 10,5 chilogrammi

Peso stimato per adulto: 25 chilogrammi

Fabbisogno energetico a riposo:385 RER

Calcola i fabbisogni energetici giornalieri (DER) in unità metriche:

385 x 2,6 = 1001kcal

Requisiti energetici giornalieri (DER): arrotondiamo a 1000kcal per facilità di calcolo.

Poiché il metabolismo varia tra le razze canine,il RER deve essere moltiplicato un valore più alto per fornire abbastanza calorie per le razze molto attive/sportive. Al contrario, le razze meno attive hanno un fabbisogno calorico inferiore e il RER deve essere moltiplicato per una quantità inferiore.

DETERMINARE LA FREQUENZA DI ALIMENTAZIONE

Ai cuccioli e “cuccioloni” in crescita dovrebbero essere forniti più pasti al giorno. Man mano che i cuccioli crescono e maturano, il numero di pasti dovrebbe diminuire. I cuccioli richiedono pasti frequenti durante il giorno piuttosto che un pasto uno abbondante. La quantità di pasti necessari a un cucciolo dipende dall’età del cucciolo stesso.

Numero di pasti giornalieri

Dividere l’assunzione giornaliera stimata nel numero pasti necessari per l’età del cucciolo.

Schermata 2019-04-29 alle 16.39.54

In media, i cuccioli hanno un più alto tasso di crescita nei primi sei mesi di età e i pasti frequenti sono ideali per lo sviluppo precoce. Una volta che il cucciolo ha raggiunto lo stadio adulto, i pasti possono essere ridotti a una volta al giorno, se adatti al singolo cane.

Esempio

Cucciolo di 6 mesi

Taglia grande

Peso attuale: 10,5 chilogrammi

Peso stimato per adulto: 25 chilogrammi

Calorie giornaliere 1000 kcal

630g quantità stimata

Calcola le quantità individuali di pasti:

630 ÷ 2 = 315g

Fornisci 315 g ad ogni pasto, due volte al giorno.

Passaggio 2: ridurre e riutilizzare

Una volta calcolate le calorie giornaliere e la quantità di cibo necessaria, il piano dieta può essere ridotto a una quantità inferiore da utilizzare come guida quando è necessario più cibo. Per adattare il piano dieta dividi il numero di calorie consumate giornalmente per il numero di calorie che bisogna aumentare (incremento di calorie).

In questa sezione useremo 18oz (510g), 1000kcal, seguendo i rapporti del modello BARF a scopo esplicativo. Il fabbisogno calorico giornaliero di ogni cucciolo varia in base all’età, al peso e all’attività.

  • Determinare l’aumento di calorieSe un cucciolo è cresciuto e richiede un aumento di cibo, assicurati di calcolare il fabbisogno calorico attuale del cucciolo usando il peso corporeo attuale / ideale. Sottrarre il vecchio fabbisogno calorico del cucciolo dal nuovo fabbisogno calorico del cucciolo per determinare l’aumento calorico.

         Nuovo requisito calorico: 1200kcal

         Vecchio requisito calorico: 1000kcal

         Aumento calorico: 200 kcal

  • Calcola quantità di ingredienti ridotta. Una volta calcolata la quantità di calorie necessaria per aumentare il piano dieta base, il passo successivo consiste nel diminuire i singoli ingredienti. Dividere il vecchio fabbisogno calorico per la quantità di aumento calorico per identificare di quanto deve essere ridotto ogni ingrediente nel piano dieta base.

         1000 kcal ÷ 200 kcal = 5

         Riduci gli ingredienti di 5

  • Crea un piano di adatto. I singoli ingredienti del piano dieta di base possono essere ridotti per creare il piano dieta adatto al nuovo stadio di crescita. Dividere ogni singola quantità di ingrediente per la variabile di riduzione per calcolare l’importo di ciascun ingrediente.

         Muscolo 10 once ÷ 5 = 2 once

         5 once di osso carnoso crudo = 1 oz

         Fegato 1 oz = 0,2 once

        1oz di un altro organo = 0,2 once

        Mix di verdure 1 oz = 0,2 once

Al termine di questi calcoli, il nuovo piano dieta è completato.

200kcal

2oz muscolo

1oz osso carnoso crudo

0,2 once di fegato

0,2 once di un altro organo

Mix di verdure da 0,2 once

Step 3: Aumenta gli ingredienti e le calorie

Per ogni fase di sviluppo è possibile formulare un piano dieta adatto modificando il piano dieta attuale come abbiamo visto in precedenza.

10oz + 2oz = 12oz muscolo

5 once + 1 oz = 6 once di osso carnoso crudo

1 oz + 0,2 once = 1,2 once di fegato

1 oz + 0,2 once = 1,2 once di un altro organo

1 oz + 0,2 once = 1,2 once mix di verdure

Aggiornamento dietetico e diario di sviluppo

Ogni volta che apporti un aumento e una modifica nella dieta, segna i cambiamenti nel tuo diario per monitorare lo sviluppo del cucciolo. Documenta l’aumento di calorie e le modifiche del piano dieta che necessarie per formulare la dieta definitiva.

22oz, 1200kcal

12oz di muscolo

6oz osso carnoso crudo

1,2 once di fegato

1,2 once di un altro organo

Mix di verdure da 1.2 once

I REQUISITI NUTRIZIONALI NRC PER I CUCCIOLI

I cuccioli non possono regolare vitamine e sostanze nutritive come un cane adulto; e i cuccioli richiedono una dieta equilibrata quotidiana. Le diete crude modello Prey Model Raw (PMR) o Biologicamente Appropriate Raw Food (BARF) forniscono linee guida sugli ingredienti da includere in una dieta cruda per fornire nutrienti essenziali e calorie consigliate per una corretta crescita e sviluppo.

Gli ingredienti inclusi nella dieta cruda di un cucciolo devono essere selezionati per garantire che le assunzioni raccomandate per i nutrienti essenziali siano soddisfatte quotidianamente.

MACRONUTRIENTI NEI CUCCIOLI

I macronutrienti sono il primo tassello per una salute ottimale. Esistono tre macronutrienti primari che includono proteine, lipidi (grassi) e carboidrati. Ogni macronutriente si trova in quasi tutti gli alimenti e fornisce una certa quantità di calorie (energia).

Requisiti giornalieri raccomandati di Macronutrienti

I macronutrienti sono definiti come una classe di composti chimici che vengono consumati in grandi quantità e forniscono la maggior parte dell’energia all’interno della dieta.

Proteine

Le proteine sono grandi molecole complesse composte da aminoacidi ed è la principale componente strutturale del tessuto corporeo. I cuccioli non hanno bisogno di proteine per le proteine perché il corpo può sintetizzare nuove proteine con aminoacidi e azoto. Tuttavia, i cuccioli hanno requisiti specifici per gli amminoacidi, gli scheletri di carbonio e l’azoto.

Le proteine fornite nel cibo forniscono amminoacidi essenziali, scheletri di carbonio e azoto per soddisfare i requisiti nutrizionali. Il ruolo principale delle proteine è quello di fornire aminoacidi per la sintesi delle proteine muscolari e degli organi, la creazione di enzimi, la creazione di ormoni e l’energia.

Il Consiglio di Ricerca Nazionale (NRC) per cani e gatti fornisce le seguenti raccomandazioni in merito alla quantità di proteine nei cuccioli di 14 settimane e oltre , per 1000 kcal:

Minimo: 35 g

Quantità raccomandata: 43,8 g

Fonte:Consiglio Nazionale per la Ricerca. Requisiti nutrizionali di cani e gatti. National Academies Press, 2007.

Grassi

Il grasso apporta composti nutrizionali che forniscono energia, acidi grassi essenziali (EFA) ed è un veicolo per l’assorbimento e il trasporto dei nutrienti. Il grasso è la principale fonte di energia per i cani, in particolare i cuccioli in crescita, e fornire una dieta cruda con sufficienti quantità di grassi è importante per la salute e lo sviluppo ottimali.

Il Consiglio di Ricerca Nazionale (NRC) per cani e gatti fornisce le seguenti raccomandazioni sui grassi per i cuccioli di 14 settimane e oltre, per 1000 kcal consumati:

Dose consigliata: 21,3 g

Massimo: 330g

Fonte: Consiglio Nazionale delle Ricerche. Requisiti nutrizionali di cani e gatti. National Academies Press, 2007.

Carboidrati

I carboidrati sono un’altra fonte di energia e forniscono all’organismo glucosio una volta digerito e metabolizzato. Esistono due tipi di carboidrati, semplici e complessi, e la differenza tra i due è il numero di unità di zucchero. I carboidrati complessi comprendono cibi ricchi di amidi e fibre mentre i carboidrati semplici si trovano in alimenti come la frutta.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (NRC) non fornisce raccomandazioni sui carboidrati per i cuccioli, tuttavia necessitano un apporto nutrizionale di glucosio. Il glucosio è facilmente disponibile attraverso i carboidrati. Tuttavia, se i carboidrati non sono forniti nella dieta, i fabbisogni di glucosio possono essere soddisfatti attraverso i nutrienti dei precursori, gli amminoacidi glicogenici o il glicerolo dai grassi, attraverso la gluconeogenesi.

Fonte di dati: Consiglio Nazionale delle Ricerche. Requisiti nutrizionali di cani e gatti. National Academies Press, 2007.

Acqua

L’acqua rappresenta una grande porzione della quantità totale di cibo ingerito in una normale dieta cruda. L’acqua non fornisce alcun valore nutrizionale; tuttavia l’acqua è un nutriente essenziale necessario per una salute ottimale.

MICRONUTRIENTI NEI CUCCIOLI

Inoltre, i cuccioli hanno fabbisogni di micronutrienti diversi rispetto ai cani adulti. I cuccioli hanno requisiti più elevati per amminoacidi, grassi, vitamine e minerali rispetto ai cani adulti e questi nutrienti devono essere forniti in quantità sufficienti nella dieta.

Indennità giornaliere raccomandate per i nutrienti essenziali

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (NRC) per cani e gatti fornisce le seguenti assunzioni raccomandate (RA) per cuccioli di 14 settimane e oltre per 1000 kcal consumati:

Schermata 2019-04-29 alle 17.34.57.png

Schermata 2019-04-29 alle 17.35.05

Schermata 2019-04-29 alle 17.35.14

I requisiti di biotina non sono determinati per i cuccioli e i cani adulti. Tuttavia, circa la metà dei fabbisogni di biotina sono creati da microbi intestinali e i restanti requisiti sono forniti dalla dieta. Le diete che includono bianchi d’uovo crudi e antibiotici hanno un requisito più elevato per la biotina.

Fonte: National Research Council. Nutrient Requirements of Dogs and Cats. National Academies Press, 2007.

Schermata 2019-04-29 alle 17.43.18.png

Quando si combinano le dosi raccomandate di nutrienti essenziali con le linee guida dell’alimentazione cruda basata sui rapporti di elementi che compongono una preda intera, è possibile ottenere una dieta cruda bilanciata che utilizza alimenti interi per fornire a un cucciolo l’alimentazione appropriata per supportare la crescita e lo sviluppo ottimali.

LINEE GUIDA DELL’ALIMENTAZIONE CRUDA

Una dieta cruda è divisa in percentuali, note come linee guida del rapporto, le quali forniscono una stima della quantità di ciascun ingrediente che compone la dieta. I rapporti (percentuali) delle diete PMR e BARF sono le linee guida per conoscere la quantità di muscolo, ossa carnose crude, organi, verdure, semi e frutta che dovranno essere incluse nella dieta del cucciolo.

Analogamente ai valori NRC di mantenimento, le percentuali della dieta cruda devono essere utilizzati come linee guida nella selezione degli ingredienti e nella creazione di una dieta bilanciata. Una volta calcolate le percentuali di mantenimento, è possibile determinare le linee guida del rapporto.

Esempio

Cucciolo di 6 mesi

Taglia grande

10,5 chilogrammi

Bisogno calorico stimato: 1000 calorie giornaliere

Quantità giornaliera stimata: 630g assunzione

Calcola le linee guida del rapporto in unità metriche:

Rapporti PMR Puppy

630 x 0.69 = 434.7g di muscolo

630 x 0,17 = 107,1 g di osso polposo

630 x 0,07 = 44,1 g di fegato

630 x 0.07 = 44.1g di un altro organo

Rapporti BARF Puppy

630 x 0,58 = 365,4 g di carne muscolare

630 x 0,17 = 107,1 g di osso polposo

630 x 0,07 = 44,1 g di fegato

630 x 0.07 = 44.1g di un altro organo

630 x 0,07 = 44,1 g di verdure

630 x 0,03 = 18,9 g di semi / noci

630 x 0,01 = 6,3 g di frutta

Adattamento delle linee guida delle percentuali in una dieta equilibrata

I calcoli delle percentuali forniscono una linea guida sugli ingredienti da includere nella dieta cruda. Ogni ingrediente fornisce nutrienti essenziali da utilizzare quando si formula una dieta bilanciata.

Muscolo

La porzione di carne cruda aiuta a fornire proteine, amminoacidi, grassi, vitamine (vitamine B idrosolubili) e alcuni minerali.

Ossa carnose crude

Il ruolo principale della quantità di osso carnoso è di fornire calcio, aiutano anche a fornire proteine, amminoacidi, grassi e minerali (fosforo).

Organi 

Il fegato e gli altri organi aiutano a fornire proteine, aminoacidi, vitamine (vitamine A e B) e minerali (ferro e rame).

Verdure, semi, noci e frutta

Le verdure, i semi e la porzione di frutta aiutano a fornire carboidrati, fibre, vitamine (vitamine E e B), minerali (manganese e magnesio) e antiossidanti.

Commenti di chiusura

I cuccioli non hanno la capacità di regolare i nutrienti come i cani adulti e richiedono un a dieta equilibrata giornalmente per garantire l’apporto sufficiente  di nutrienti essenziali. Dal momento che i cuccioli richiedono più pasti al giorno, non è necessario bilanciare accuratamente ogni pasto. Tuttavia, la quantità di calorie e nutrienti giornaliera deve fornire tutti i nutrienti essenziali necessari per una crescita e uno sviluppo ottimale.

Macronutrienti

I macronutrienti devono essere soddisfatti ogni giorno per garantire che ai cuccioli in crescita sia fornita una quantità sufficiente di calorie per l’energia.

Micronutrienti

Gli aminoacidi, gli acidi grassi, le vitamine e i minerali sono tutti i nutrienti essenziali necessari per una crescita e uno sviluppo ottimale.

Rapporti/percentuali della dieta cruda

I rapporti/percentuali di la carne muscolare, osso polposo crudo, organi e degli ingredienti vegetali forniscono una guida in base alla quale selezionare gli ingredienti da includere nel piano dieta e le loro quantità da utilizzare nella formulazione della dieta  del cucciolo in crescita. Tuttavia, è importante ricordare che si tratta di le linee guida iniziali e non “regole”, perciò dovranno essere apportate delle modifiche per soddisfare i requisiti raccomandati dei macro e micronutrienti essenziali.

Traduzione: #Barf-bornagainrawfeeders

Annunci

Nella dieta BARF basta aggiungere più ossa polpose per rassodare le feci?

By The Pet Nutrition Science

Schermata 2019-04-28 alle 17.18.30

È tempo di sfatare un altro MITO! Quindi, senza ulteriori indugi, l’argomento di oggi è: “Basta aggiungere più ossa per rassodare le feci del cane, funzionerà sicuramente” … Beh, sì. Anche se questo è vero -le feci saranno più solide- non si dovrebbe usare l’osso come agente rassodante delle feci del cane. Quando aggiungi ossa in eccesso, non stai solo rassodando le feci del tuo cane, ma stai facendo confusione con l’equilibrio dei nutrienti essenziali nel corpo! È noto che ogni cane ha bisogno di una certa quantità di sostanze nutritive come vitamine, minerali, acidi grassi, amminoacidi, grassi, proteine, fibre, ecc. Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (NRC) ha pubblicato 2 edizioni del suo libro eccezionalmente approfondito “I requisiti nutrizionali per cani e gatti” che fornisce una linea guida nutrizionale per cani (e gatti) per garantire al nostro cane l’alimentazione ottimale. Sono stati fatti numerosi studi (e innumerevoli vite sono state perse in modo da poter avere le informazioni a portata di mano per consentire ai nostri migliori compagni a quattro zampe la migliore vita possibile) …. Quindi, ora che sappiamo che i cani hanno determinati requisiti nutrizionali e un bisogno di determinati nutrienti (proprio come facciamo noi umani), possiamo capire meglio perché basta aggiungere più ossa per rassodare le feci del cane” NON è il miglior consiglio da seguire.

Ma permettetemi di entrare più nel dettaglio cosí che possiate capire meglio “perché” non è una buona idea utilizzare le ossa polpose per rassodare e affinché possiate capire come reagisce il corpo se ciò accade. È importante sapere che, all’interno del corpo, i “minerali interagiscono” l’uno con l’altro. Per esempio, quando si forniscono ossa in eccesso, i valori del calcio aumentano improvvisamente. Poiché le ossa sono una grande fonte di calcio, questo aumento è comprensibile. Quando si fornisce una QUALSIASI sostanza nutritiva ( in sovradosaggio), il corpo distrugge se stesso. Lo sapevi che dando troppo calcio, ora stai interferendo con la capacità del corpo di assorbire altri nutrienti vitali? È vero! Una delle principali interazioni del calcio (che probabilmente conosci e hai sentito parlare) è con il minerale chiamato fosforo. È noto che il calcio ha una relazione molto importante con il fosforo e richiede idealmente un rapporto 1,3: 1 tra i due. Quando il calcio non è sincronizzato, lo è anche il fosforo e, in generale, con un eccesso di calcio c’è una carenza di fosforo. Una carenza di fosforo può portare a deformità scheletriche (specialmente nei cuccioli in crescita !!!) nel corpo, tra le altre carenze nutrizionali.
Ma non è solo il fosforo a essere influenzato dall’eccesso di calcio! No, ci sono anche altri problemi! Il calcio in eccesso può anche portare a carenze di ferro (anemia). E sapendo che i minerali interagiscono tra loro, possiamo aspettarci un effetto domino. Prima il calcio influisce sul fosforo e poi sul ferro, che a sua volta causa una carenza, che a sua volta causa altri squilibri nutrizionali e altri minerali che non possono essere assorbiti alla massima efficienza a causa del precedente nutriente che non viene fornito abbastanza / nel rapporto corretto / in eccesso. L’effetto domino che produce un nutriente su un altro è davvero qualcosa di cui dovreste essere consapevoli. tra poco tratterò più approfonditamente questioni “interne”, ma prima volevo aggiungere che nell’organismo avviene anche un’altra reazione: il corpo cercare di sbarazzarsi dei nutrienti in eccesso di cui non ha bisogno e questo si osserva con le feci bianche. Questo è un segno che hai dato troppo osso / calcio. Se si vede questo, è DAVVERO necessario reagire di conseguenza e regolare le dosi. Queste feci bianche sono molto dure, friabili e possono essere molto dolorose per il cane, causando spesso tensioni, cani che siedono in cortile per minuti / ore alla fine, cercando di avere un semplice movimento intestinale ma non sono in grado di farlo. Nei casi più gravi, può effettivamente causare danni all’ano del cane e causare dolore e lacerazione, anche se questo sembra essere meno comune.

sel-plus-mineral-chart-300x284

Comunque, torniamo alle reazioni interne. Non solo accade quanto spiegato precedentemente, ma l’eccesso di calcio e le carenze di alcuni nutrienti che si verificano di conseguenza, scombussolano anche i meccanismi omeostatici che sono progettati per mantenere un livello costante di calcio plasmatico circolante. Per essere VERAMENTE tecnico, il calcio è un messaggero intracellulare. Permette alle cellule di rispondere a stimoli come ormoni PTH e neurotrasmettitori. Il corpo ha modi di regolare il calcio circolante (come il PTH, la calcitonina e la vitamina D attiva / calcitriolo). Questi sono meccanismi di sicurezza per la normale funzione del corpo. Quando il bilancio del calcio viene disturbato, tuttavia, anche questi meccanismi sono disturbati. L’eccesso di apporto di calcio può causare questi problemi, oltre al potenziale aumento dell’incidenza di OCD (osteocondrite dessecans), HOD (osteodistrofia ipertrofica) e della sindrome di Wobblers.
SEMPLICEMENTE il punto è, PER FAVORE, NON USATE le OSSA per solidificare le feci. Questo causa un effetto domino e incide notevolmente sul corpo, soprattutto nel tempo, che aumenta con ogni istanza di eccesso (non solo di calcioma anche altri nutrienti – ecco perché è così importante bilanciare veramente una dieta e non basare le cose solo sui “valori di rapporto” !!! Il corpo è un vaso forte e lavora sodo per mantenere e correggere se stesso, ma attraverso il costante ribaltamento e l’eccessivo disaggio, poco può fare prima che gli effetti diventino permanenti e irreversibili.

Quindi, dato che il nostro argomento sono le ossa (e non parliamo specificamente di altri squilibri nutrizionali, limiterò la conversazione sull’argomento in questione, invece di aumentare le ossa, ecco alcuni metodi migliori per facilitare la transizione all’alimentazione barf ed evitare la diarrea.
1. Inizia più lentamente. Procedi per gradi. Non tutti raggiungono una dieta equilibrata, (NRC o PMR o raw in generale) subito. Permetti al cane di passare lentamente, dando piccoli pezzi del nuovo alimento (ad esempio, 1/8 c di macinato crudo / cotto con 7/8 c di cibo corrente (crocchette, ecc.), Quindi passa nei giorni successivi a una porzione più alta di quel cibo (ad esempio 1/4 c crudo e 3/4 c crocchette) NOTA: è già stato smentito che mescolare crocchette e crudi sia pericoloso.
2. Se si verifica un disturbo, offrire piccole quantità di alimenti utili. Ad esempio, la zucca in scatola (non il ripieno di zucca) per alleviare il tratto digestivo. Puoi anche usare il latte crudo di capra, l’olmo sdrucciolevole, il kefir (quello crudo di capra è il migliore), o anche il brodo di ossa. Questi hanno generalmente proprietà curative sull’intestino e aiutano ad alleviare senza aggiungere quantità eccessive di nutrienti che possono contrastare o influenzare negativamente il corpo. NOTA Assicurati che il tuo cane tolleri questi alimenti prima di presentarli tutti volenti o nolenti e in grandi quantità. Ricorda, Slow and Steady vince la gara. E TROPPO non è mai buona cosa
3. Infine, se tutto il resto fallisce, non resta che tornare all’alimentazione che il cane faceva prima, e ricominciare. Rivedi il punto 1, e questa volta procedi più lentamente. Molto probabilmente, hai effettuato il passaggio alla dieta fresca troppo velocemente.

Spero che oggi il Myth Bust Monday ti sia stato utile e che tu abbia imparato che usare l’osso come agente rassodante non è una buona idea e ci sono opzioni migliori per aiutare il tuo migliore amico a 4 zampe a sentirsi meglio quando lui / lei ha le feci liquide.

Traduzione: #Barf-bornagainrawfeeders

Cosa dovresti sapere dei cereali contenuti nel cibo per animali domestici

Thruth about Pet Food | April 15, 2019 in Pet Food

I cereali contenuti negli alimenti per animali domestici presentano diversi rischi di cui nessuno parla; un  insieme di rischi diverso rispetto agli alimenti grain free (senza cereali) che sembrano favorire lo sviluppo di malattie cardiache.

La FDA ha avvisato i proprietari di animali domestici di un’indagine in corso sula “possibile connessione tra la dieta e le malattie cardiache nel cane” nel luglio 2018. Sebbene non sia stato rilasciato alcuno studio scientifico che accerti il collegamento, la FDA afferma “La Food and Drug Administration sta allertando i proprietari di animali domestici e i veterinari professionisti sulle segnalazioni di cardiomiopatia dilatativa canina (DCM) nei cani che mangiano determinati alimenti per animali domestici contenenti, come ingredienti principali,  piselli, lenticchie, altri legumi o patate . Alti livelli di legumi o patate sembrano essere più comuni nelle diete etichettate come “senza cereali”, ma non è ancora noto come questi ingredienti siano collegati ai casi di DCM.

A causa di questo attuale rischio riguardo al cibo per animali senza cereali, molti proprietari vengono esortati a tornare alle diete contenenti cereali. Ma … gli alimenti per animali domestici che contengono grano hanno un’altra serie di rischi.

Il rischio: le micotossine

Gli alti livelli di micotossine sono mortali, mentre i bassi livelli nel lungo periodo sono legati a malattie del fegato, malattie renali e cancro.

Le micotossine sono metaboliti secondari tossici prodotti da alcuni funghi filamentosi (muffe). Questi composti a basso peso molecolare sono presenti in natura e praticamente inevitabili. Possono entrare nella nostra catena alimentare sia direttamente da componenti alimentari a base vegetale contaminati da micotossine o da contaminazione indiretta dalla crescita di funghi tossigenici sul cibo. Le micotossine possono accumularsi nella maturazione di mais, cereali, soia, sorgo, arachidi e altre colture alimentari e di mangimi nel campo e nei cereali durante il trasporto. “

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5486318/

Estratto da “Micotossine negli alimenti per animali domestici: una rassegna sulla prevalenza in tutto il mondo e le strategie preventive“:

Le micotossine contaminano i cereali in tutto il mondo e la loro presenza negli alimenti per animali domestici rappresenta una potenziale minaccia per la salute degli animali da compagnia. Le micotossine Aflatossine, ocratossina A e Fusarium sono state trovate in entrambe le materie prime e nei prodotti finali di alimenti per animali domestici in tutto il mondo. La lavorazione del grano, l’errore di campionamento, i metodi analitici, le micotossine coniugate, le condizioni di conservazione e le interazioni sinergiche sono sfide comuni affrontate dall’industria del pet food.

Dal documento completo “Micotossine e industria alimentare per animali: prove tossicologiche e valutazione del rischio”:

La contaminazione da micotossine negli alimenti per animali domestici rappresenta una seria minaccia per la salute, causando una preoccupazione emotiva ed economica per i proprietari. Le aflatossine, le ocratossine, i tricoteceni, lo zearalenone, le fumonisine e l’acido fusarico sono stati trovati negli ingredienti e nei prodotti finali degli alimenti per animali domestici, con conseguenti tossicità acuta e problemi di salute cronici negli animali domestici. L’interazione tossicologica tra micotossine come una miscela naturale complica ulteriormente il problema.
Le aflatossine sono state la causa più comune di focolai acuti di micotossine nel cibo per cani commerciale. Il mais è la solita fonte di aflatossine in questi casi. Queste segnalazioni disponibili di micotossicosi acuta, tuttavia, non possono fornire l’intero quadro del problema delle micotossine associato ai cibi per animali domestici poiché solo un piccolo numero di casi di avvelenamento da cibo sono pubblicati. I veterinari, inoltre, hanno spesso trascurato le micotossine come causa di malattie croniche come la fibrosi epatica e renale, le infezioni derivanti da immunosoppressione e cancro. Questi risultati suggeriscono che la contaminazione da micotossine negli alimenti per animali domestici rappresenta una seria minaccia per la salute delle specie animali.

Dallo stesso documenti sopra citato, gli effetti di diversi tipi di micotossine negli animali domestici sono spiegati in modo più dettagliato.

Le aflatossine. Gli effetti clinici primari di aflatossicosi sono correlati al danno epatico in tutte le specie studiate. Nell’aflatossicosi acuta, i cani esposti a 0,5-1 mg di aflatossina / kg di peso corporeo (BW) di solito muoiono entro pochi giorni, mostrando fegati ingrossati, coagulazione intravascolare disseminata e emorragia interna. L’aflatossicosi subacuta (0,5-1 mg di aflatossina / kg di cibo per animali) è caratterizzata da anoressia, letargia, ittero, coagulazione intravascolare e morte in 2-3 settimane. Effetti epatotossici simili possono anche essere prodotti dall’esposizione a aflatossina cronica con 0,05-0,3 mg di aflatossina / kg di cibo per animali domestici oltre 6-8 settimane. Oltre alle loro proprietà epatotossiche, le aflatossine sono anche cancerogene. Il legame del DNA causa genotossicità e mutazione nelle cellule. La dose cancerogena cronica di aflatossine è molto inferiore alla dose acuta. Poiché le aflatossine sono sia epatotossine acute che croniche e cancerogeni, il numero effettivo di cani affetti da aflatossine sarebbe molto più del numero totale riportato nei casi di avvelenamento acuto.
Ocratossine. Le ocratossine sono un gruppo di potenti micotossine renali che contaminano ampiamente i prodotti agricoli, come mais, frumento, avena e fagioli secchi, nelle regioni temperate. 
Dopo assorbimento, le ocratossine entrano nel sistema circolatorio, si legano strettamente alle proteine ​​del siero e si accumulano nei reni, dove interrompono la sintesi proteica e altri percorsi nelle cellule tubulari prossimali. OTA è anche noto per legarsi con molecole di DNA e indurre tumori renali in modelli animali, anche se il suo meccanismo cancerogeno rimane controverso. I sintomi clinici dell’avvelenamento da OTA comprendevano anoressia, perdita di peso, vomito, tenesmo, diarrea sanguinolenta, aumento della temperatura corporea, tonsillite, disidratazione e prostrazione.
Tricoteceni. I tricoteceni sono una famiglia di micotossine di Fusarium che si trovano comunemente in mais, grano, orzo e avena in tutto il mondo.
I tricoteceni sono potenti irritanti e inibitori della sintesi proteica e del DNA che interferiscono con le attività metaboliche cellulari, portando infine alla morte cellulare.
Zearalenone. Lo zearalenone è una micotossina estrogenica di Fusarium che si trova in varie colture di cereali, più frequentemente nel mais. Sia i cani maschi che le femmine sono influenzati dalla tossicità dello zearalenone. Alcuni studi recenti hanno suggerito che bassi livelli di esposizione allo zearalenone possono anche produrre effetti tossici significativi.

Fumonisine. Le fumonisine si trovano nel mais in tutto il mondo con più di 15 omologhi isolati. Una volta entrati nella circolazione sanguigna, le fumonisine danneggiano numerosi organi in tutte le specie studiate.

Le micotossine hanno anche un effetto sinergico quando 2 o più si trovano insieme in un alimento per animali domestici. “La tossicità di una particolare micotossina, quindi, dipende non solo dalla sua concentrazione ma anche dalla presenza di altre micotossine”.

Come esempio di una sinergia pericolosa, quando più micotossine sono presenti in un alimento per animali domestici, riportiamo i risultati dei nostri test sugli alimenti per animali domestici finanziato dai consumatori, effettuato nel 2015.

A3FD1BF8-B6E2-497E-852F-BFF26BDAA096

Purina Beneful Original Dog Food Dry, riportato qui sopra, comprendeva 10 diversi tipi di micotossine. Ogni micotossina era al di sotto del livello massimo consentito dalla FDA (la FDA non ha stabilito i livelli massimi per più micotossine presenti negli alimenti per animali domestici), tuttavia imperniandosi su un’industria basata sulla scienza, i nostri scienziati hanno classificato questo alimento per animali domestici ad alto rischio “a causa del numero (10) e dei livelli di micotossine presenti”.

D7B3666C-24FA-4C3C-A246-584AAF2E4653

E ancora, questa volta con il cibo per gatti Big Heart Meow Mix, i nostri risultati hanno mostrato che tutte le micotossine individuali erano al di sotto del valore massimo consentito dalla FDA. Tuttavia, quando è stato considerato l’effetto sinergico delle micotossine, questo alimento per animali domestici è classificato “ad alto rischio a causa del numero (7) e dei livelli di micotossine presenti“.

Un altro problema da considerare riguardo gli alimenti per animali domestici contenenti cereali è la qualità alimentare delle materie prime – il sistema di regolazione del “mangime”. La FDA autorizza a utilizzare come alimenti e materie prime ciò che l’industria alimentare considera come rifiuto. Ad esempio, la FDA consente “la diversione dei cereali danneggiati dall’umidità e di altri materiali alimentari per l’alimentazione degli animali“.

Di seguito è riportata un’immagine del mais di qualità alimentare, conservato nel mezzo di un campo in Iowa (fornito da un proprietario di animali dello Iowa). Si noti che il grano non è coperto o protetto da agenti atmosferici, insetti o animali. Questo “deposito” di cereali è ammesso apertamente nei mangimi.

893DDF9C-D5B3-4167-B869-C5C9394933EB.jpeg

Poiché le micotossine rappresentano una minaccia così significativa per tutti gli animali, ogni anno vari gruppi “esaminano” le produzioni di cereali per le contaminazioni da micotossine. Di seguito è riportato uno di questi sondaggi per la produzione di cereali negli Stati Uniti, effettuato lo scorso anno.

Il sondaggio di Mycotoxin 2018 di Adisseo ha rilevato che quasi la metà dei campioni di mais e insilato negli Stati Uniti sono stati contaminati dallo zearalenone (ZEN) e oltre il 70% sono stati contaminati dal deossinivalenolo (DON), rendendo la raccolta di mais US 2018 di qualità media in termini di micotossina contaminazione.

I risultati hanno mostrato che il 49% dei campioni di insilato e il 20% dei campioni di mais sono stati contaminati con ZEN. 

L’ottanta percento dei campioni di insilato e il 73 percento dei campioni di mais sono stati contaminati da DON.

Solo il 3% dei campioni aveva bassi livelli di AfB1.

Diversi campioni hanno rilevato da due a quattro micotossine, che potrebbero portare a interazioni sinergiche. Il 43% dei campioni è stato contaminato con due micotossine; 23 percento con tre micotossine.“

Un altro sondaggio sulle micotossine condotto da Biomin.net afferma:

Il nostro aggiornamento di aprile dell’indagine annuale Biomin® PROcheck sulle micotossine nel mais raccolto nel 2018 comprende 572 campioni provenienti da 31 stati.

Mais

Il 98% dei campioni di mais macinato è positivo per almeno una micotossina, contro l’89% nel 2017

Il 72% dei campioni ha più di una micotossina, contro il 47% nel 2017

La prevalenza di aflatossina nel mais secco è aumentata al 10% rispetto al 4% nel 2017, con livelli di contaminazione media crescenti oltre quattro volte.

La prevalenza di deossinivalenolo (vomitossina) è salita al 76% rispetto al 70% nel 2017, con un livello medio di contaminazione in aumento del 44%

La prevalenza di fumonisina è balzata al 79% rispetto al 52% nel 2017, con livelli di contaminazione medi in aumento del 45%

La prevalenza di Zearalenone è aumentata al 45% rispetto al 25% nel 2017, con livelli medi di contaminazione rimasti costanti.”

I cereali contenuti nel cibo per animali sono accompagnati dal rischio di micotossine. Gli alimenti per animali domestici privi di cereali sono attualmente collegati a casi di malattie cardiache nei cani. Cosa devono fare i proprietari di animali domestici? Non c’è una risposta facile a questa domanda. La FDA afferma: “È importante notare che i rapporti (casi di DCM correlati all’alimentazione segnalati alla FDA) includono cani che hanno mangiato alimenti senza cereali e contenenti cereali, e includono anche formulazioni vegetariane o vegane. Includono anche tutte le forme di dieta: crocchette, in scatola, crude e fatte in casa. Questo è il motivo per cui non pensiamo che questi casi possano essere collegati semplicemente al contenuto di cereali o a determinati marchi o produttori “.

Opinione personale: nessuno ha fornito pubblicamente la causa confermando  il legame tra alimenti per animali domestici senza cereali e cardiopatia canina. L’ignoto è spaventoso. Molti cani cani nutriti con cibi provi di cerali si sono ammalati e molti sono morti. Tuttavia, l’alternativa del Petfood, ossia il cibo per animali conentente grano viene fornito con il rischio di contaminazione da micorissine.

Infine, anche se sono sicuro che sarà percepito da alcuni come un attacco, l’intento di questo post è di fornire ai proprietari di animali informazioni scientifiche sul rischio che costituiscono i cereali contenuti nei croccantini. È uno dei tanti articoli  che TruthaboutPetFood.com ha pubblicato sul rischio dei cereali. È nostra convinzione che i proprietari di animali domestici siano pienamente in grado di prendere le proprie decisioni in merito al cibo dei propri animali quando sono hanno una visione a 360 gradi dei pro e dei contro di un alienato. Il rischio di micotossine negli alimenti per animali domestici è sicuramente un altro aspetto che deve essere ben noto.

 

Susan Thixton
Pet Food Safety Advocate
Author Buyer Beware, Co-Author Dinner PAWsible
TruthaboutPetFood.com
Association for Truth in Pet Food

Traduzione: #Barf-bornagainrawfeeders